Viterbo apre le porte alla Svizzera: DISTU in trasferta a Ginevra

L’ultima iniziativa didattica ideata e realizzata dal DISTU è un viaggio-studio a Ginevra a tema Diritto del Lavoro.

Protagonisti sono i ragazzi della facoltà di Giurisprudenza, che, tramite bando, hanno avuto la preziosa occasione  di iscriversi e partecipare al progetto. Criterio di accesso, il merito. Da Viterbo alla Svizzera, un momento di condivisione e formazione esperienziale. Meta immancabile è l’ILO con sede a Ginevra, oltre alle altre istituzioni collegate.

Per chi non lo sapesse, l’ILO è l‘agenzia tripartita delle Nazioni Unite, centro nevralgico europeo dei governi rappresentanti i datori di lavoro e i lavoratori di 187 Stati membri. È quindi una tappa obbligata per il giurista che voglia approcciarsi a tematiche quali rapporti e dinamiche lavorative, con un atteggiamento non solo strettamente accademico, ma anche pratico.

Accompagnatori nella gita sono: la Professoressa di Diritto del Lavoro L. Ficari e il Professore di Diritto Internazionale A. Bufalini.

Cinque giorni e quattro notti, a partire da domenica 8 ottobre. Durante il soggiorno, interamente finanziato da fondi stanziati dall’Università, gli studenti parteciperanno a seminari e visite guidate: un concentrato bello denso di svago e apprendimento.

Una bella idea, che, insieme alla Scuola di Specializzazione, classifica senza dubbio il Dipartimento di Studi Linguistico-Letterari, Storico-Filosofici e Giuridici sul podio dell’Unitus, tra i migliori per funzionalità e attenzione allo studente