Mondadori apre a Viterbo: la parola al gestore, Francesco Mattei

Sotto il porticato di Piazza della Rocca è stata da poco aperta una nuova attività, andando controcorrente rispetto allo svuotamento della maggior parte dei centri storici italiani.  Si tratta della libreria a marchio Mondadori, gestita dal giovane romano Francesco Mattei, che ha scelto proprio Viterbo per coronare questo suo sogno. Noi di Unitus Flash siamo andati direttamente da lui, per dargli il benvenuto nella nostra città e per chiedergli perché, da Rignano Flaminio, abbia preferito Viterbo alla più vicina Capitale.

“Per la bellezza di Piazza della Rocca”, ha risposto lui, “è molto interessante a livello culturale, ma anche per la gente, che mi ha accolto benissimo, aiutandomi a muovere i miei primi passi“. Della città e dei suoi abitanti, infatti, Francesco ha solo impressioni positive finora perché, nonostante i piccoli errori che tutti possiamo commettere agli inizi, ha trovato molte persone disponibili e comprensive.

Trovato il perché della città, la seconda domanda d’obbligo è “Perché una libreria Mondadori?”. Anche in questo caso la risposta è sicura: perché crede in Mondadori, nel marchio e in chi ci lavora. È per questo che ha deciso di svolgere lì il suo stage formativo (Francesco ha seguito il 10° corso in gestione librerie della Scuola Librai Italiani tenutosi lo scorso anno n.d.r.), nella Mondadori romana di Piazza Cola di Rienzo diretta da Riccardo Gentile, che era anche la sua libreria di fiducia, e con la quale ha collaborato anche in seguito.

“È indubbiamente più facile”, afferma Mattei, “aprire una libreria appoggiandosi ad un franchising importante e riconosciuto come Mondadori, che offre già un vasto catalogo e una serie di servizi che altre librerie non forniscono”. Uno di questi servizi tipici degli spazi Mondadori è la presenza di una zona dove gli autori, più o meno noti, possano presentare le loro opere, leggerne dei passi e magari firmare qualche copia. In questo caso gli spazi sono ben due, perché oltre ad una stanza al secondo piano del negozio (non ancora aperta al pubblico, ma lo sarà presto) c’è il cortile interno del palazzo, da sfruttare nelle belle giornate di sole. L’invito di Mattei è a chiedere la disponibilità di entrambe le zone per presentazioni o lezioni, in modo da vivere insieme gli spazi della nuova libreria.

Se siete interessati a visitare il nuovo negozio Mondadori, potrete farlo con la festa d’inaugurazione che si svolgerà nel pomeriggio di domenica 12, un’occasione semplice e tranquilla per conoscere gli spazi della libreria e il suo proprietario, che ha deciso di posticipare la festa di una settimana rispetto all’apertura ufficiale per avere modo di dare gli ultimi ritocchi all’ambiente.

Con il sempre più pressante problema della fuga di cervelli e manodopera, è interessante sapere che anche chi ha già vissuto all’estero, come Francesco, decide di rimanere in Italia per aprire una propria attività.

foto di Chiara Morelli