DAFNE e DIBAF: Dipartimenti di eccellenza in Italia

Anche quest’anno, l’Unitus resta nelle posizioni più alte nella classifica dei Dipartimenti universitari di eccellenza. Infatti, sono stati selezionati i 180 dipartimenti universitari di eccellenza, a cui andranno i 271 milioni di euro previsti annualmente, per il quinquennio 2018-2022, dalla legge di bilancio 2017 per rafforzare e valorizzare l’eccellenza della ricerca, con investimenti in capitale umano, infrastrutture e attività didattiche di alta qualificazione. I criteri di selezione sono stati definiti da una commissione composta da sette personalità di alto profilo scientifico. La selezione dei 180 Dipartimenti (106 sono di università del Nord, 49 del Centro e 25 del Sud) si è svolta sulla base della fattibilità dei progetti di ricerca presentati, della coerenza dei progetti con le priorità del sistema nazionale e internazionale, delle ricadute attese.

Il DAFNE (Scienze Agrarie e Forestali) e il DIBAF (Innovazione nei sistemi biologici, agroalimentari e forestali) posizionano l’ateneo viterbese ai piani alti delle università italiane. “Scienze Agrarie e Forestali” raggiunge i 100 punti, mentre “Innovazione nei sistemi biologici, agroalimentari e forestali” sfiora per poco il punteggio massimo (99,5). Per il DAFNE non è la prima volta: già lo scorso anno questo dipartimento spiccava tra le università del centro Italia (e del Lazio).

Assieme al DAFNE e al DIBAF, nell’area “07 – Scienze agrarie e veterinarie” ci sono altri otto Dipartimenti che sono stati ammessi al finanziamento.

Oltre a questi due dipartimenti, nell’area “12 – Scienze giuridiche” è stato ammesso anche un terzo Dipartimento dell’Unitus, quello di “Studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici” (con 95,5 punti).

Questo primo risultato del 2018 conferma la qualità di ricerca che viene svolta all’interno dell’Ateneo, confermandosi eccellente anche a scala nazionale.