Prenotarsi senza presentarsi: “cattive abitudini” in vista della sessione invernale d’esami

Si riprende un avviso che è stato recentemente nella bacheca del DAFNE in merito all’imminente sessione d’esami.

Lo scopo di questo avviso mira a provare a scardinare l’abitudine piuttosto diffusa di prenotarsi all’esame senza poi effettivamente presentarsi il giorno previsto nel luogo e all’orario stabiliti.

Purtroppo questo comportamento non riguarda solo il DAFNE ma l’intero ateneo. Infatti, tale (cattiva) abitudine diventa fonte di sprechi. Alcuni esempi? Sprechi di carta nel caso di esami scritti, prenotazione di spazi (come dimensioni/i posti a sedere dell’aula riservata per lo svolgimento dell’esame, soprattutto nel caso di esami scritti, i quali si basano ancora sul numero degli studenti prenotati).

Inoltre, tale (cattiva) abitudine causa pure disservizi. Riferibili soprattutto agli esami che si svolgono in forma orale, sono quelli relativi all’accorciamento dei tempi dell’esame che può giocare brutti scherzi agli studenti (uno studente può aver valutato di essere interrogato nel pomeriggio del giorno dell’esame mentre l’assenza di studenti prenotati può determinare un’anticipazione anche significativa dei tempi previsti) e impattare negativamente sull’utilizzazione del tempo da parte dei docenti (un docente può aver valutato di avere una giornata totalmente impegnata dagli esami e ritrovarsi poi a dover prendere atto che il numero di studenti da esaminare è molto inferiore a quello previsto).

Premesso ciò, si ritiene necessario proporre semplici raccomandazioni:
1. Prenotatevi all’esame solo quando avrete una ragionevole certezza di sostenerlo;
2. Cancellatevi dalla lista dei prenotati se doveste decidere di non sostenere più l’esame.

L’accortezza ulteriore che dovrete usare sarà quella di verificare le scadenze indicate dal docente per potersi prenotare/cancellare dalla lista dei prenotati.

Grazie per l’attenzione e buona sessione di esame a tutti!